Il vitalizio datelo ai nostri senatori

Felli, Catalli e Lalli risolvono la partita, vecchia guardia sugli scudi!

Il Chieti batte la Renato Curi Angolana con una prestazione importante, soprattutto nel secondo tempo. Partita avara di emozioni con il Chieti a subire i pungenti attacchi degli angolani che rischiano di passare in vantaggio su corner battuto basso e su cui Cattenari si distende facendo gridare al miracolo i supporters neroverdi che già avevano le mani ai capelli. Nel primo tempo il cambio Costantini-Felli da il via alla girandola delle sostituzioni. Quando un volenteroso Cioffi lascia il campo a Catalli la musica cambia. Il dieci neroverde inventa, costruisce lancia in maniera alternata il bomber Lalli e il folletto Felli che sulla fascia sinistra non conosce rivali. Il modulo con un under in più lo penalizza ma ancora una volta ha dimostrato che senza di lui il Chieti non va da nessuna parte.  La fascia sinistra è pronta per la semina. Come uno stantuffo corre da bandierina a bandierina lasciando inermi i laterali neroazzurri. Catalli è l’apoteosi della fantasia. Palla tra i piedi ne tiene a bada due, tre e a volte anche quattro. Lo aspettiamo dal primo minuto. E poi c’è il bomber, il recordman in maglia neroverde. La garanzia. Fabio Lalli. Un tiro, un goal. E tanti saluti a tutti.

www.pdf24.org    Send article as PDF   

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*